BISI

CARLO BISI, SOR PAMPURIO – IF, MILANO 2012 (e-book)

Carlo Bisi (Brescello 1890 – Reggio Emilia 1982), fu un disegnatore, illustratore e fumettista molto noto e premiato nella prima metà del Novecento, arrivando nel 1937 ad esporre alcune opere alla Mostra Universale di Parigi. Collaborò con le sue tavole e incisioni a tutte le maggiori testate giornalistiche dell’epoca, dalle più raffinate a quelle destinate all’infanzia e al popolino; illustrò volumi per importanti editori italiani, mettendosi sempre in luce per la pulizia del suo tratto e la luminosità dei colori.
Celebri restano soprattutto le serie a cui lavorò per il Corriere dei Piccoli sin dal 1918, creando il notissimo personaggio del “Sor Pampurio”, uscito per la prima volta dalla sua matita sul numero 17 del 1929 e riproposto sino al 1944. Nel dopoguerra lavorò ancora per il Corriere dei Piccoli riprendendo ciclicamente a disegnare il “Sor Pampurio” fino al 1978.

La casa editrice milanese If ha raccolto in un ebook (al prezzo di 0,99 euro) alcune vignette della sua creatura più famosa, così come uscirono sul Corrierino tra il 1929 e il 1930, in coloratissime tavole commentate da filastrocche in rima.

“Sor Pampurio arcicontento del suo nuovo appartamento…”

è con questo celebre ritornello che iniziano molte delle strisce di Carlo Bisi, in cui questo personaggio dinoccolato, vestito in modo ricercatamente stravagante, con un grande papillon a pois e due ciuffi laterali sulla testa calva, viene sistematicamente sbeffeggiato dalla famiglia, dai vicini e dagli avvenimenti. Insomma, una sorta di Fantozzi ante litteram, che però simboleggia la sprovveduta ingenuità di una media borghesia degli anni Trenta, continuamente alla ricerca di un decoro sociale che le permetta di progredire nella scala sociale. “Sor Pampurio” trasloca frequentemente nel tentativo di migliorare le condizioni di vita familiari, ma si ritrova circondato da bambini chiassosi, poeti declamanti i loro versi ad alta voce, cantanti stonati, cani ululanti, odori asfissianti. Porta la famiglia in ferie al mare o in montagna, assecondando il desiderio di prestigio della moglie o i capricci dei figli, e viene preso di mira da vacanzieri maleducati o condizioni meteorologiche avverse. È angariato dai superiori in ufficio, o dalle richieste assillanti dei colleghi. Bonario, pasticcione, candido, “Sor Pampurio” è perseguitato dalla sorte, ma asseconda le avversità docilmente, con lo stesso sorriso che induce nei suoi lettori bambini: che evidentemente, allora, avevano pretese di divertimento molto più innocenti e ingenue dei ragazzini di oggi.

© Riproduzione riservata     www.sololibri.net/SorPampurio-Carlo-Bisi.html         8 ottobre 2017