SIMIC

CHARLES SIMIC, CLUB MIDNIGHT – ADELPHI, MILANO 2008

Leggendo Club Midnight l’antologia di versi dell’ americano Charles Simic, che Adelphi gli ha dedicato definendolo “uno dei maggiori poeti contemporanei”, caratterizzato da “un inconfondibile impasto di mistero e quotidianità” e dalla “trasparenza della parola”, balzano alla mente le sacrosante parole che il critico Alfonso Berardinelli ha coraggiosamente scritto in un suo saggio (“Leggere è un rischio”): “Anche per la poesia è poi arrivato dagli Stati Uniti lo stile da ’creative writing’, che permette di produrre diligentemente una poesia al giorno buttando l’occhio sulle pareti della propria stanza, sul bricco del tè, sui movimenti dei vicini di casa: niente rime, meglio evitare la punteggiatura, il verso venga indicato dal semplice andare a capo, usare molto gli spazi bianchi che sono sempre suggestivi”.

Quindi, scrittura piana, immediata, che nasce da uno sguardo impassibile ma puntuale su esterni e interni fisici e mentali. Berardinelli pensava anche a Charles Simic scrivendo quello che ha scritto? Gli interni ci sono: “La lampada sul comodino / si impegnava a conferire / alla stanza un’aria di mistero”, “Quanti minuti / in un bicchier d’acqua / accanto al letto?”; “Parlami dei granelli di polvere / posati sul mio comodino”; “e le voci / difficili da distinguere all’inizio / anche se premo l’orecchio contro la parete”. E gli esterni: “Alcune case appena pignorate / con finestre color delle pozzanghere / che stanno per gelare, i cortili soffocati / di erbacce e auto arrugginite”.

E tanta, tanta America desolata: tavole calde deserte, ubriaconi e giocatori d’azzardo, strade polverose osservate con disincantato occhio fotografico. Come nella poesia più bella del libro, Autostoppisti, un po’ Easy Rider un po’ Simon and Garfunkel: “Lei lavorerà come domestica o cameriera, / lui farà il benzinaio o assalterà banche. / Compreranno una macchina grande come un carro funebre / per fuggire lontano veloci, / ma non si scorderanno di tirarti su, amico, / se anche a te non andrà tanto bene”.

 

© Riproduzione riservata    www.sololibri.net/Club-midnight-Charles-Simic.html   3 ottobre 2016