DE GIOVANNI

L’APE MORTA

Un’ape morta
nell’acqua della grondaia.
Ehi, sorellina!

Sole di gennaio
e cielo azzurro
per l’ape morta
nell’acqua della grondaia.

***

IO POI

Io poi
quando sarete andati
e avrò sparecchiato
e lavato i piatti
e tolte le cicche
dai portaceneri–
mi sdraierò per terra
e guarderò dal basso
questo mondo inutile
ancora sporco di chiasso.

***

ENTRO NELLA TUA VITA

Entro nella tua vita
come si entra in una chiesa nei campi
semplice e disadorna.
 
Senza nulla cercare,
cautamente presente.

                                                

                                                                                         Luciano De Giovanni (1922-2002)